Vita e Morte a Duello

Aprile 2011

In scena viene rappresentata la drammatica lotta tra la personificazione della morte e il Cristo-Vita. Gesù sta per entrare a Gerusalemme acclamato dalla folla ma ad attenderlo c’è la morte. Durante l’arresto nell’Orto degli ulivi, il processo e la crocifissione di Gesù, la figura della morte è sempre presente e si sussegue il durissimo faccia a faccia tra il bene e il male, tra la luce e il buio. Quando sembra che la morte abbia vinto la sua battaglia dopo la morte di Cristo, si ha la notizia della risurrezione e quindi il trionfo della vita.

 

Visita la Gallery


Forza Venite Gente

Dicembre 2009

Sulla scena c’è la storia di San Francesco d’Assisi, durante la quale si alternano momenti di tenera comicità ad altri di profonda commozione. La commedia affronta il tema dell’eterno conflitto tra padre e figlio, tra ragione e fede, tra meschina prudenza e generoso coraggio. I frati, Santa Chiara, le suore, il sole, la luna e perfino sorella morte animano le scene. Tutti i protagonisti danzano e cantano ad eccezione di Pietro di Bernardone – padre di Francesco – e della cenciosa – la matta di Assisi – che raccoglie le perplessità di Bernardone sul figlio. La storia di San Francesco mette in rilievo temi cari ai giovani come la speranza, la fede nella vita, l’amore per la natura.

 

Visita la Gallery


Paulus

Dicembre 2008

Lo spettacolo ripercorre la vita di San Paolo, dalla conversione sulla via di Damasco, fino all’ultimo processo e alla sua condanna a morte. Claudio, la figlia Cecilia, Tullio, Patras ed Eleuteria, personaggi popolari, sollecitano il giovane servitore di Paolo, Luca, a raccontare le vicende del prigioniero, e poi partecipano commossi alla sua ingiusta condanna. La storia di Paolo, ambientata nella Roma imperiale di Nerone, ci riporta all’inizio dello sviluppo del Cristianesimo, di cui Paolo di Tarso, con il suo passato da persecutore e perseguitato, è considerato il più grande comunicatore.

Visita la Gallery


Semplicemente Amore

Dicembre 2007

La storia è ambientata nel 1200 e narra di due ragazzi, Fiammetta e Lapo, che vogliono vivere la loro vita e il loro amore secondo l’insegnamento di San Francesco d’Assisi. L’amore dei due giovani, che è al di là delle convenzioni sociali, viene ostacolato dai rispettivi padri, Guadalberto Drago dei Tre mori, cialtrone e venditore ambulante di elisir, e Jacopone. La vita dei due giovani protagonisti si intreccia con quella di Lupo, il feroce signorotto del paese al quale Lapo somiglia incredibilmente e al quale viene promessa sposa Fiammetta contro il volere di lei. Tutti i protagonisti capiranno che è più appagante vivere una vita sincera e onesta piuttosto che nell’esaltazione della furbizia e nella disonestà.


L'Isola della Felicità

Dicembre 2006

Su un’isola deserta, scampati ad un naufragio non casuale, naufragano uno scienziato, la sua assistente Nora, il capitano della nave John e la cantante Maria. Sull’isola di Nede – che letto al contrario è Eden – i protagonisti vengono messi di fronte alle lusinghe dei loro egoismi da un aspirante diavolo, Ben Bel, guidato da Lucifero. Ma un aspirante angelo cercherà di contrastare Ben Bel, sostenendo i naufraghi, aiutandoli ad abbandonare i sogni di ricchezza, fama e facile fortuna per ritrovare il paradiso e la felicità nascosti in ognuno di loro.


Betlemme Anno Zero

Dicembre 2005

Lo spettacolo narra di Caleb, ricco mercante di Cafarnao, e della sua “dolce allodola del deserto”  Tamar, sua moglie, che arrivano a Betlemme per il censimento. Qui si imbattono in diverse realtà culturali, si sentono lingue sconosciute (aramaico, arabo, greco) e le locande sono colme di stranieri. Gli abitanti di Betlemme sono infastiditi dai forestieri poveri verso i quali sono intolleranti e pieni di pregiudizi. Alcuni di essi si dichiarano eremiti e profeti ed annunciano la venuta del Messia. A Tamar e a Caleb si presenta un giovane astrologo, Gabriel, convinto di avere scoperto una stella che annuncerebbe l’imminente nascita del Re dei Re. Ed è così che la storia dei due protagonisti si congiunge a quella del Messia, nato per mostrare a tutti la grandezza del Signore.


Se fosse davvero Natale

Dicembre 2004

Maria e Giuseppe, stanchi del lungo viaggio da Nazareth a Betlemme, cercano un posto per passare la notte, ma tutti gli alberghi sono pieni. Si riposano prima di riprendere la loro ricerca e si addormentano. Maria, ormai prossima al parto, sogna. Nel sogno, si ritrova in una città dei nostri giorni, proprio la sera della vigilia di Natale. Una storia paradossale per cercare di riflettere sul modo in cui il mondo cosiddetto "sviluppato" festeggia questa ricorrenza. E per rispondere a un interrogativo: se oggi fosse davvero Natale, in quale posto sceglierebbe di vivere Gesù?


"Tutti sono necessari, nessuno è indispensabile"